giovedì 20 dicembre 2012

Shabe Yalda - Il Melograno nella notte piu' lunga dell'anno







Care amiche e amici, questa sera per noi Iraniani e' la festa di Shabe Yalda
La notte piu lunga dell'anno


 


In questa bella festa il Melograno non manca mai


Per conoscere meglio questa allegra e meravigliosa festa Vi prego di cliccare
questo link, dove c'è la spiegazione di Shabe Yalda nel mio blog dell'anno scorso


Ecco di nuovo a Voi tre mie ricette a base di melograno
-----------------------------------------------------------------------------
- Fegato di vitello in salsa di melograno
- Branzino ripieno in salsa di melograno
- Olive farcite alle noci e salsa di Melograno


Come si fa a casa la salsa di melograno
-------------------------------------------------------------------- 


Vorrei spiegarvi ancora una volta come si ottiene la salsa di melograno per realizzare piatti con un gusto meraviglioso di agrodolce. Forse piu' agro che dolce !






 Dovete spremere i chicchi di melograno con uno schiaccia patate
Potete tagliare il melograno in tre o quattro pezzi e e spremere
lo stesso in schiaccia patate




Ed ottenerne il succo





Poi fate semplicemente bollire il succo



Fino a ridurlo ad un terzo di volume


A voi queste tre ricette a base di melograno
-------------------------------------------------------------

Fegato di Vitello in salsa di Melograno
Cliccate sul link sotto per la mia ricetta



http://lamiacucinapersiana.blogspot.ca/2011/11/fegato-di-vitello-in-salsa-di-melograno.html









Branzino ripieno in salsa di Melograno

La mia ricetta sempre qui sotto nel mio blog

Ho avuto il grande piacere di pubblicare questa ricetta, assieme ad altre, anche sulla settimanale
Donna Moderna Numero 42, Ottobre 2012

http://lamiacucinapersiana.blogspot.ca/2011/12/pesce-ripieno-in-salsa-di-melograno.html





http://lamiacucinapersiana.blogspot.ca/2012/10/le-mie-ricette-su-donna-moderna.html









Olive farcite alle noci e salsa di Melograno

Guardate il link sotto per la mia ricetta

http://lamiacucinapersiana.blogspot.ca/2012/12/il-mio-corso-di-cucina-persiana-toronto.html












Un caro saluto a tutti Voi e Felice Shabe Yalda !

Shabe Yalda Mobarak !


Shoreh


mercoledì 19 dicembre 2012

Il mio Corso di Cucina Persiana a Toronto

 
 
 
Cari i miei lettori, il 28 Novembre ho avuto il piacere di presentare due dei miei piatti durante un corso di cucina italiana e persiana a Toronto, in Canada 
 
 
 
 
Durante il corso ho insegnato a preparare le polpette al dragoncello
 
 
 
 
 
e le olive farcite alle noci e salsa di melograno
 
 






 
 








 
 


Visto che presto arriva Natale e il melograno viene usato nelle feste e suoi vostri tavoli colorati,
vorrei proporvi ancora la ricetta di questo antipasto squisito.
Con tanto di gusto e colore per gli occhi dei vostri ospiti

 






 







Zeitoon Parvardeh  - Olive farcite alle noci, erbe aromatiche e salsa di melograno
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Ingredienti
-----------------------

Olive verdi snocciolate                         300 gr
Noci tritate                                            150 gr
Succo concentrato di tre melograni
Mezzo spicchio d'aglio sminuzzato
Menta fresca e basilico fresco tritato tre cucchiai
(Due di menta e uno di basilico)
Chicchi di un melograno
Golpar (erba angelica) se avete a disposizione
Sale e pepe





Le olive devono essere naturali e non in salamoia, se per caso hanno un gusto salato e' meglio passarle sotto acqua fredda per qualche secondo in modo che vada via il gusto salato e forte.
 
 
 
 
Per fare il succo concentrato di melograno, ottenete il succo naturale schiacciando il melograno con lo schiaccia patate e poi fatelo bollire per ridurlo a un terzo
 
Mescolate tutti gli ingredienti assieme, eccetto i chicchi di melograno
che vi serviranno poi per guarnire
 
 
 


Potete servire su di un cucchiaio per ogni ospite
Oppure in un unico piatto

Guarnite con chicchi di melograno e menta fresca ed oltre al gusto meraviglioso di questo antipasto
otterrete anche dei bei colori adattissimi al Natale

E a tutti voi cari Buon Natale e Buon lavoro !


Shoreh 
 
 

martedì 18 dicembre 2012

Le mie Polpette alle Olive e Radicchio Rosso

 
 
 
 
 
Cari i miei lettori, vi capita sicuramente qualche volta di fare l'arrosto e ve ne avanza un pò, allora invece di lasciare gli avanzi in frigo e mangiarli diverse volte, sempre con lo stesso gusto, potete fare delle polpette con altre verdure e altre delizie e avere un prodotto squisito totalmente diverso
 
 
 
 
Polpette alle olive e radicchio rosso
..............................................................
 
 
Ingredienti
............................
 
 
Carne di pollo o vitello arrosto o lesso                300 gr
Porro tritato fine                                               due cucchiai
Curcuma                                                         Un cucchiaino
Olive nere tagliate a pezzetti                             tre cucchiai
Radicchio rosso crudo tagliato fine                    5 cucchiai
Sale e pepe
Olio per friggere

 
 
 
 


Passate la carne di arrosto al tritacarne e poi aggiungete a questo tutto il resto degli ingredienti





Fate delle polpette come da foto e, prima di friggerle, passatele sul pane grattuggiato così avranno la superfice croccante




 
 
Friggetele in olio di semi, oppure di oliva, tre minuti per parte





In questo modo



Ecco a voi le polpette appetitose !
 
 
 
E alla prossima ricetta miei cari !
 
 
Shoreh

giovedì 15 novembre 2012

Pane Barbari - Nane Barbari



Cari lettori, il Pane Barbari e' un pane tradizionale e molto comune in Iran. Quando e' caldo ha un profumo meraviglioso ed è talmente buono che qualche volta non hai voglia di mangiare altro e vai avanti con questo pane fino a non avere piu' fame. 
 
 
 

Il Pane Barbari (Nane Barbari) viene mangiato soprattutto durante la piccola colazione assieme ad un formaggio molto simile al "feta greca", oppure prima dei pasti assieme ad erbe aromatiche e noci, e durante l'estate come pasto principale assieme a formaggio e anguria o formaggio e cetrioli. 








E' un pane piatto, croccante fuori e morbido dentro. Nei panifici tradizionali in Iran viene preparato nei forni a pietra o mattoni, percio' si crea un strato croccante sul fondo del pane.
 

 

Ingredienti per 4 persone
-------------------------------------------


Farina di frumento                         500 gr
Lievito fresco di Birra                     30 gr
Acqua                                          300 cc
Sale                                             20 gr
Zucchero                                      un cucchiaino
Olio d'oliva                                    due cucchiai
Semi di sesamo
Semi di sesamo nero
oppure semi di Papavero

Per  spennellare
-------------------------
Farina                   Un cucchiaio
Bicarbonato          Un cucchiaio
Un bicchiere d'acqua

Due cucchiai di farina di mais solo per la superfice







 
 
Sciogliere il lievito con lo zucchero in un bicchiere d'acqua tiepida e lasciare per 20 minuti finche' non si forma una bella schiuma sulla superfice.
Prendere poi una ciotola capiente e mettere 200 grammi di farina e tutto il liquido del lievito e mescolare bene, finchè si arriva ad una bella crema; coprire e lasciare lievitare per un'ora. Poi unire altra farina e sale e olio ed il resto dell'acqua, lavorare bene l'impasto, coprire l'impasto con un panno e lasciare a lievitare per mezz'ora. Dopo, se volete avere dei panini piccoli, dividete l'impasto in 5/6 panini oppue, se volete la misura originale, fate tre palline da questo impasto e lasciate a lievitare ancora per 40 minuti finchè l'impasto sia ben lievitato. 
 
 A parte sciogliete un cucchiaio di farina e bicarbonato, riscaldandoli in un bicchiere d'acqua, e lasciate raffreddare, per poi spennellare il pane prima di infornare, cosi il pane avrà la superfice bella dorata. 




 

Tirate l'impasto a forma ovale e cercate di inciderlo , come da foto, per tutta la lunghezza, a distanza di due centimetri.
Spennellare con il liquido preparato prima e poi spargete sopra la farina di mais, i semi di sesamo e sesamo nero oppure papavero.

 


Mettere in forno a 260 gradi C per 8/10 minuti
ed ecco a voi un bel pane Barbari croccante e profumatissimo

 


A tutti voi Buona Colazione con questa meraviglia !
 
 
Shoreh

giovedì 8 novembre 2012

La mia Celiachia







Cari lettori, fino a sei anni fà non sapevo che cosa fossero glutine e celiachia, fino che ho scoperto di avere questa intolleranza al glutine, una malattia di nome Celiachia. Sì, è una malattia, ma una volta che si scopre di averla e si evita il glutine con un regime alimentare adeguato, tutto si mette apposto e si vive serenamente senza i disturbi di prima.

Adesso che, per la mia salute, mi sono informata di tutto quello che riguarda la celiachia ed il glutine, vorrei condividere le mie informazioni con voi, perché sono convinta che alcune persone non hanno mai sentito parlare di celiachia o sono male informate.

La celiachia viene diagnosticata con un prelievo di un piccolo frammento di mucosa intestinale tramite una gastroduodenoscopia.

La mia celiachia l'ho scoperta sei anni fa, grazie ad un bravissimo medico al quale sarò sempre grata, il Dr. Saggioro. Avevo fatto un esame del sangue e mi era stata riscontrata mancanza di ferro, e spesso avevo brufoli sulla faccia; così al mio medico è venuto il dubbio che la mia mancanza di ferro fosse dovuta all'intolleranza al glutine, cioè che avessi la celiachia. Ma cosa c'entra la mancanza di ferro con la celicchia?

Allora dovete sapere che sulle pareti del nostro intestino ci sono dei "villi" che assorbono dal cibo che mangiamo tutti gli elementi utili alla nostra vita, ed i celiaci, finchè non sanno di esserlo e continuano ad avere un'alimentazione con glutine, non hanno questi villi, cioè la loro intolleranza al glutine fa sì che questi villi spariscano, e così molti elementi utili per il corpo non vengono assorbiti dall'intestino e vengono direttamente espulsi. Perciò la mancanza dei villi, dovuta alla reazione al glutine, mi faceva mancare il ferro (che non veniva assorbito) che mi procurava caduta di capelli, ed il glutine mi procurava i brufoli che avevo sempre in faccia.

Dovete sapere che la Celiachia è un'intolleranza, non un'allergia. Le allergie hanno di solito una risposta immediata ed evidente e di esse si può anche morire; l'intolleranza non ha alcuna reazione immediata, risulta evidente solo talvolta e comunque sempre a lungo termine, e non comporta pericolo di morte.

Intolleranza, come si capisce dalla parola, è una cosa che il tuo corpo non tollera; ad esempio un celiaco non tollera il glutine. Non tollerarlo ti crea delle reazioni fisiche, come a me venivano brufoli, alcuni hanno diarrea o gonfiori di stomaco e mal di pancia, alcuni irritazioni sulla pelle, o puo' semplicemente manifestarsi sotto forma di dimagrimento (per il mancato assorbimento degli alimenti), ragione questa talvolta della mancata crescita dei bambini. A me anche adesso, se qualche volta per la mia golosità mangio un pezzettino di cioccolatino (od altro) che abbia dell'addensante a base di glutine, dopo qualche ora viene fuori un brufolo, ed io dico "mannaggia, quello di sicuro aveva glutine !". Ma per fortuna non muoio.

Che cosa è il "Glutine"
---------------------------------

Glutine è una proteina vegetale che si trova in tanti cereali, è uno dei principali componenti dell'endospema del grano, ha un potere di addensante e collante; pensate infatti che "glu" in inglese vuol dire colla. Infatti il glutine con il suo potere di collante facilita la panificazione; io, che inutilmente cercavo di impastare la farina senza glutine per la pizza o pane fatti in casa, alla fine ho dovuto rinunciare.

Dobbiamo sapere che gli alimenti vengono suddivisi in 5 gruppi
-------------------------------------------------------------------------------------------

1  Cereali e tuberi
2  Frutta e Ortaggi, legumi secchi e freschi
3  Latte e derivanti
4  Carne, pesce e uova
5  Grassi da condimento di origine vegetale e di origine animale

Carne, pesce, uova, frutta, ortaggi, legumi, latte e i suoi derivanti sono privo di glutine e troviamo il glutine in questi seguenti cereali.


Cereali con glutine
---------------------------

Frumento
Farro
Orzo
Avena
Kamut
Segale (Lo amavo tantissimo !)
Spelta
Triticale



Cereali e alimenti senza glutine
-----------------------------------------------

Riso (Lo amo tanto!)
Mais
Soia
Grano saraceno
Miglio
Quinoa
Patate
Tapioca


Ci sono molti alimenti sui quali dobbiamo avere dubbi circa la presenza (anche minima) di glutine, quali sughi e salse pronti per la pasta, cioccolata da mangiare o in forma di bevanda, tante bevande a base di frutta, insaccati, salami e prosciutto, perche dentro questi potrebbero esserci degli addensanti a base di glutine.

In questi anni ho provato tanti prodotti, perche' purtroppo, per la mancanza di glutine, prodotti come pasta, biscotti e pane non hanno la stessa consistenza dei prodotti normali e naturalmente hanno un gusto un po' diverso; quindi, dopo sei anni di prove, vorrei dirvi che mi trovo bene con questi, e li suggerirei senz'altro a chi di voi non li conosce, perche' secondo me sono ottimi e danno la gioia di mangiarli senza sentirsi "diversi".

Il mio suggerimento non è assolutamente una pubblicità, è solo un aiuto alle persone come me che sono in cerca di prodotti senza glutine ma con ottima qualità e gusto buono.

 
 





 
 
 
 
 
 




 
 
 
E vorrei suggerirvi la ricetta di un dolce persiano molto buono e naturalmente senza glutine.
Questo dolce e' senza farina e a base di tuorlo d'uova.
 
Questa ricetta mia e' stata presentata assieme alle alrte ricette
sulla settimanale Donna Moderna




 
 
 
 
Un caro saluto a tutti voi Celiaci e non
 
 

Shoreh