venerdì 8 aprile 2016

Biscotti al Miele e Semi di Chia



Ciao amici miei, oggi facciamo cose dolci. Ogni tanto mi viene voglia di fare dei biscotti a casa.

Essendo celiaca faccio i miei dolci con farine senza glutine e questa volta ho preparato i miei biscotti al miele  con i semi di Chia in persiano detto Tokhmeh Sharbati.

Ma voi potete utilizzare le farine che volete.



Questi biscotti sono veramente deliziosi e croccanti, soprattutto con i semi di Chia sotto i denti sono qualcosa di eccezionale.






Ingredienti
----------------


Farina di miglio            250 gr
Miele                             5  Cucchiai
Scorza di un'arancia grande
Semi di Chia               4 Cucchiai
Scaglie di mandorle    70 gr
Cranberries o uvetta    70 gr
1 Uovo
Burro oppure olio di girasole   2 Cucchiai














Mescolate tutti gli ingredienti




Fate un impasto




Fate delle piccole palline.



E schiacciatele semplicemente con le mani e fate dei pezzi rotondi e sottili








Cuocete in forno a 160 gradi per 30 minuti










Buon Biscotto a tutti Voi Amici

Un caro saluto

Shoreh

mercoledì 6 aprile 2016

Pollo marinato alle spezie, in crosta di Corn Flakes - Morghe Sokhari





Ciao amici miei, oggi vi presento un piatto squisito e molto facile da preparare.


Spesso faccio le cosce e sopra cosce di pollo in forno con la crosta di pane grattugiato,
invece questa volta ho pensato di usare corn flakes a posto di pane grattugiato.




Il risultato e' stato Sorprendente :)

Ho marinato il pollo prima di passarlo al  corn flakes



A Voi la Ricetta
-----------------------------


Ingredienti
----------------


Cosce e Sopra Cosce di Pollo                          10 Pezzi

Corn Flakes              q.b.

Per la marinatura
--------------------------------

Paprika                                    4 Cucchiai
Paprika affumicata                  1 Cucchiaino
Curcuma                                 1 Cucchiaino
Cumino                                   1 Cucchiaino
Timo, Rosmarino, Origano e Salvia essiccati         2 Cucchiai
Peperoncino                           Mezzo Cucchiaino
Olio extra Vergine di Oliva        5 Cucchiai
Vino rosso   3 Cucchiai   ( Facoltativo )
Sale e Pepe



Mescolate per bene tutti gli ingredienti della marinatura




Lasciate il pollo in questa marinatura facendola entrare per bene sulla carne, anche sotto la pelle.



Prendete il corn flakes e mescolatelo con un po' di erbe aromatiche fresche e secche



Sbriciolate il corn flakes con le mani per farli diventare con pezzi piu' piccoli



Dopo passate il pollo da tutte le parti su cornflakes sbriciolati





Appoggiateli sulla pirofila coperta da carta da forno









Cuoceteli in forno a 170 gradi per 35 minuti








 Invece di cosce di pollo potete utilizzare le alette
Il risultato sara' lo stesso delizioso :)


Alla prossima ricetta facile Amici miei

Un caro saluto da Shoreh


mercoledì 16 marzo 2016

Haft Sin - La tavola con 7 oggetti che cominciano con la S, per Capodanno Persiano Nowruz



                     
Haft Sin ( Sette S ) La tavola con sette oggetti che cominciano con la S



Cari I miei lettori, siamo vicini alla primavera e soprattutto al nostro capodanno "Nowruz" . Il primo giorno della primavera è il capodanno persiano. Nowruz in persiano vuol dire nuovo giorno, il giorno del equinozio di primavera, quando il sole entra nel segno zodiacale dell'Ariete e attraversa l'equatore celeste; può avvenire il 20, il 21 o il 22 Marzo. Festività per eccellenza è la festa più gloriosa ed importante dell'anno. E' la festa in cui si onora il ritorno della primavera, con tanta allegria e gioia, e nell'aria si sentono già profumi di fiori. Per noi il 21 Marzo è il primo di Farvardin, primo giorno del primo mese dell'anno. I nostri mesi corrispondono ai segni zodiacali, percio' l'Ariete che comincia dal 21 Marzo corrisponde al  mese di Farvardin



Ancora 10 giorni prima del Capodanno Persiano Nowruz, in tutte le case cominciano a fare le grandi pulizie, lavare le tende, lampadari, tappeti, etc. "Khane takani" vuol dire dare una mossa a casa. Mi ricordo sempre da bambina quando aiutavamo mia mamma a pulire a fondo la casa, e poi nel cortile o nel giardino  mia mamma, come tanti iraniani, impiantava sempre i fiori di primavera, le violette, che erano simbolo dell'inizio del bel tempo e della primavera. Durante questa festa tutti, grandi e piccoli, si vestono di nuovo. Qualche giorno prima andavamo sempre a comprare i vestiti e le scarpe nuove, per poi andare a fare le visite a casa di parenti e amici per augurare buon anno. Per tradizione si fanno le visite prima alle case degli anziani e poi degli altri parenti. Succede che nello stesso giorno si possono incontrare anche per 4 o 5 volte le stesse persone. In Iran festeggiamo l'anno 1395, in quanto il conteggio degli anni inizia da quando Mohammad è diventato profeta.



Sabzeh - Germogli di lenticchie
Si fanno germogliare anche orzo e grano

Sin dall'antichità in ogni casa, durante il Nowruz, viene preparata  Haft sin (vuol dire Sette S), una specie di tavola imbandita in cui ci sono sette oggetti i cui nomi in lingua persiana  inizianano con la lettera S.


Sabzeh  - Germogli, che simboleggiano la rinascita e purezza
Sib - Mela, simbolo della salute e bellezza
Somaq - Spezia Sommaco, rosso come il sorgere del sole che sconfigge le tenebre
Sir - Aglio, per medicina e allontanare gli spiriti maligni
Serkè - Aceto, simbolo di pazienza
Sekkè - Monete, auspicio di prosperità e ricchezza
Samanù - crema ottenuta dai germogli di grano, simbolo della dolcezza



 
                                            


  E poi Sonbol - fiore Giacinto, simbolo della primavera che può sostituire uno dei precedenti.


E come vedete oltre che sette oggetti con la S, ci sono sempre anche le  uova dipinte e colorate che sono segno di fertilità, un specchio che riflette gli oggetti e simbolo della Creazione divina,  pesci rossi, e poi il Corano.  Mi ricordo che ogni anno mia mamma dentro il Corano metteva banconote nuovissime, che poi ci regalava all'inizio dell'anno nuovo. Le banconote ed i regali ricevuti si chiamano "Eidì".


                                 

 I pesci rossi rappresentano la vita e la fine dell'anno astrale precedente, che si conclude appunto con la costellazione del Pesci.

                                 




Una parte di Haft Sin con monete e aceto



Dolci a base di mandorle, pistacchi, acqua di rose e cardamomo assieme alla frutta secca e tanta frutta fresca non mancano mai sui tavoli degli iraniani per il loro ospiti durante la visita augurale.
           


Le violette mi ricordano sempre  il nostro capodanno in Iran e i miei bellissimi ricordi di infanzia perchè, come vi dicevo, mia mamma riempiva il giardino con le violette. "Gole Banafshe"



                               Anche noi abbiamo il nostro Babbo Natale che è Haji Firouz



Haji Firouz si colora il viso sempre di nero e si veste in rosso o vestiti colorati e con il suo tamburino "Darie" va in giro a cantare e suonare ai bambini  per fare allegria e augurare loro buon anno




  Nell'ultimo mercoledì dell'anno vecchio si fà il salto del fuoco. Durante "Charshanbe Souri", il     mercoledì rosso, i falò vengono accesi ovunque in tutte le città da gruppi di amici e parenti.




La tradizione vuole che si salti sopra alle fiamme recitando le parole "Dammi il colore rosso e prenditi il giallo del mio pallore" (sorkhie to az man, zardie man az to), e poi le ceneri dei fuochi spenti vengono raccolte e seppellite lontano dalle case, perchè quelle ceneri rappresentano tutto ciò che di triste e doloroso l'anno vecchio ha portato con se.




Le festività di Nowruz durano 13 giorni. Nel tredicesimo giorno dell'anno, il 13 Farvardin (2 Aprile) , la tradizione vuole che si trascorra quell'ultimo giorno dei festeggiamenti all'aria aperta, tenendo così gli spiriti malvagi e l'ombra della sfortuna lontano dalla propria casa.






Si riuniscono tutte le famiglie per un ricco picnic, possibilmente accanto a un fiume o un corso dell'acqua, dove verranno gettati i germogli "Sabzeh", coltivati per le feste come segno di buon auspicio, liberandosi con essi anche dalle preoccupazioni e difficoltà dell'anno vecchio. Di solito ognuno, prima di buttare i germogli nell'acqua corrente, annodando gli steli esprime un desiderio. Le ragazze che desiderano sposarsi, un pò per tradizione ed un pò per scherzo, mentre annodano Sabzi dicono "Sale Degar  Khaneye Shohar" che vuol dire "l'anno prossimo a casa dello sposo".





                 

Auguro a tutti voi un buon inizio di primavera, e a tutti i miei carissimi connazionali
felice anno nuovo.


EIDE SHOMA MOBARAK!



Un abbraccio a tutti Voi

Shoreh